Formazione

 

Medici di base e specialisti a scuola di genomica

Ha preso avvio il 27 febbraio il Corso di formazione a distanza (FAD) dal titolo “Genetica e Genomicapratica”, rivolto  a tutti i professionisti a vario titolo coinvolti nell’uso delle scienze “omiche”, primi fra tutti i Medici di Medicina Generale (MMG). Il Corso è organizzato dall’Istituto Superiore di Sanità (Serviziorelazioni esterne e Centro Rapporti Internazionali) e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore (Istituto di Sanità PubblicaSezione di Igiene), nell’ambito del Progetto “Predisporre strumenti per l’innovazione del sistema sanitario basata sull’uso delle conoscenze genomiche e sulla medicina personalizzata” (Programma CCM 2015), ed è patrocinato da SIGU (Società Italiana di Genetica Umana) e SITI (Società Italiana di Igiene e medicina preventiva).

 

In un momento storico come quello attuale, caratterizzato da un progresso scientifico particolarmente stimolante come quello della “rivoluzione omica”, avviata dal sequenziamento del genoma umano, ciascun medico, come del resto tutti gli altri operatori sanitari, deve essere in grado di coglierne le potenziali ricadute sulla diagnosi, sul controllo e il trattamento delle malattie. Risulta, quindi, fondamentale riconoscere il ruolo chiave svolto dalla rapida e massiva espansione delle scienze “omiche”, resa possibile principalmente grazie allo sviluppo di tecnologie altamente sofisticate, quali i sequenziatori di seconda generazione (Next Generation Sequencing – NGS), in grado di generare enormi quantitativi di dati relativi ai diversi livelli gerarchici di complessità biologica (DNA, mRNA, proteine, metaboliti, etc..) e con un potenziale di applicazione molto vasto che va dall’aumento della comprensione di svariati processi fisiologici e fisiopatologici, al loro impiego nello screening, nella diagnosi e nella valutazione della storia naturale, della risposta alla terapia e della prognosi di diverse patologie sia del bambino così come dell’adulto.  Pertanto, l’obiettivo principale del corso è la formazione di professionisti medici (in particolare rivolto a MMG e medici specialisti in: oncologia, ginecologia, neurologia) all’utilizzo responsabile delle “tecnologie omiche”.

 

L’offerta formativa è strutturata in modo innovativo e dinamico, secondo i principali modelli della formazione andragogica (Problem-based-learning e case studies) e prevede presentazioni dei docenti, materiali di lettura per approfondire le tematiche oggetto del corso ed esercitazioni su diversi casi clinici. Inoltre, le tematiche complesse ma di grande attualità ed utili nella pratica clinica, che sono proposte durante il corso sono valorizzate dal coinvolgimento in qualità di docenti, di massimi esperti del settore quali: il Prof. Bruno Dallapiccola (Direttore Scientifico IRCCS – Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma), il Prof. Giuseppe Novelli (Rettore dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata), il Prof. MaurizioGenuardi (Professore Ordinario, Facoltà di Medicina e Chirurgia – Istituto di Medicina Genomica – Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma) e la Prof.ssa Stefania Boccia (Professore Associato di Igiene e Medicina Preventiva, Responsabile della Sezione di Igiene, Istituto di Sanità Pubblica, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma).

 

La FAD, rivolta a tutti i professionisti medici, è disponibile gratuitamente sulla piattaforma FAD dell’ISS (EDUISS) dal 27 febbraio 2017. Il superamento del corso prevede il rilascio di 30 crediti ECM.  Le iscrizioni saranno aperte dal 27 febbraio 2017 al 1 febbraio 2018.

Per maggiori informazioni  vai sulla piattaforma EDUISS