Focal Point

Violenza di genere, formati oltre 636 operatori delle reti territoriali

Numero 01 – Marzo 2017

Concluso il Corso di formazione “Prevenzione e contrasto della violenza di genere attraverso le reti territoriali: protocolli per l’implementazione e il consolidamento delle conoscenze e delle competenze operative e comunicativo-relazionali acquisite nel percorso blended” svoltosi presso Istituto Superiore di Sanità di Roma nell’ambito di un Progetto promosso e finanziato dal Ministero della Salute con responsabilità scientifica e coordinamento dell’Unità Operativa Ricerca psico-socio-comportamentale, Comunicazione, Formazione del Dipartimento di Malattie Infettive.

Alle due giornate conclusive hanno partecipato operatori sanitari impegnati in 28 Pronto Soccorso delle Regioni (Lombardia, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia). L’attività didattica è stata mirata alla prevenzione ed al contrasto della violenza di genere attraverso il consolidamento delle conoscenze e delle competenze riguardanti gli aspetti operativi e comunicativo-relazionali. Il fine prioritario è quello di accogliere la donna vittima di violenza, gestire gli aspetti clinici, inviarla, laddove necessario, alla rete dei servizi presenti sul territorio. Nel complesso si è trattato di un percorso formativo lungo due anni (formazione de visu e formazione a distanza) che ha visto il coinvolgimento di 636 operatori.

Gli operatori sanitari partecipanti all’evento, particolarmente motivati ad integrare professionalità ed esperienze acquisite nell’attività quotidiana svolta nei propri Pronto Soccorso, hanno espresso notevole soddisfazione nel sentirsi parte attiva del gruppo di lavoro costituito dal Ministero della Salute, dagli esperti operanti nel territorio e dall’Istituto Superiore di Sanità.

Il Corso si è concluso con la condivisione di un Documento di indirizzo volto a rendere operativo il percorso di tutela delle vittime di violenza nel nostro Paese.