In evidenza

 

Settimana Nazionale della Celiachia: diagnosi sottostimate, la moda del gluten-free, il punto sulle sperimentazioni in corso

In Italia i celiaci diagnosticati sono 182.852, come si legge nella Relazione al Parlamento aggiornata al dicembre 2015, redatta dal Ministero della Salute con la consulenza dell’ISS. Un dato di gran lunga inferiore rispetto alle 600.000 diagnosi attese, stimate cioè in base ai risultati degli studi di screening pubblicati nella letteratura scientifica in materia, secondo cui l’1% della popolazione italiana è affetta da celiachia. Questo significa che molti sono i celiaci non trattati, a rischio perciò di complicanze. Di contro circa sei milioni di italiani, secondo i dati dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC), promotrice della Settimana Nazionale della Celiachia dal 13 al 21 maggio prossimi, seguono la moda del gluten-free, mangiano cioè senza glutine perché convinti che questo assicuri salute, benessere e dimagramento. Convinzioni che sono il frutto, oltre che di diagnosi fai-da-te, di risposte cercate su Internet e sui social network, anche di veri e propri falsi miti, privi di qualsiasi fondamento scientifico.