Dipartimenti

 

Dipartimento Neuroscienze

Maurizio Pocchiari. Dalla prevenzione alla diagnosi precoce la ricerca per le malattie neurologiche

Promuovere attività di ricerca nel campo delle malattie neurologiche con l’obiettivo di approfondirne i meccanismi, individuare procedure per una diagnosi precoce e per lo screening di soggetti a rischio e promuovere terapie preventive. Un obiettivo direttamente collegato con i bisogni del SSN che è chiamato a rispondere a un’emergenza che, secondo le stime del World Alzheimer Report conta 46,8 milioni di persone che convivono con qualche forma di demenza, una cifra destinata a raddoppiare ogni 20 anni. Con la nuova organizzazione dell’ISS, l’attività del dipartimento è indirizzata a svolgere ricerche che possano essere trasferite più rapidamente al SSN e quindi al paziente neurologico, in collaborazione con gli IRCCSS neurologici, le cliniche neurologiche universitarie e ospedaliere e le associazioni di pazienti.
Il dipartimento svolge studi sui marcatori di malattie come l’Alzheimer, il Parkinson, la sclerosi laterale amiotrofica e le malattie da prioni e sui meccanismi eziopatogenetici e sul coinvolgimento di fattori ambientali nelle patologie demielinizzanti (sclerosi multipla e leucodistrofie). Il dipartimento promuove anche ricerche nell’ambito biostatistico per il disegno e l’analisi di studi sperimentali, clinici ed epidemiologici. Si intende promuovere studi clinici e metodologici per migliorare la qualità e la risposta dei trial clinici attraverso una più accurata selezione dei farmaci sperimentali e un’ottimizzazione dei disegni sperimentali e del monitoraggio delle evidenze accumulate al fine di raggiungere i più elevati standard scientifici ed etici. Tra i compiti anche la sorveglianza obbligatoria della malattia di Creutzfeldt-Jakob sul territorio nazionale e coordina l’attività di controllo per prevenire la trasmissione delle malattie da prioni attraverso prodotti biologici di origine umana e animale.

Leggi il curriculum