Eugenia Dogliotti

Dipartimento Ambiente e Salute

Laureata cum laude in Scienze Biologiche presso l’Università La Sapienza di Roma nel 1976.
Ha poi usufruito di una borsa di studio europea presso il Medical Biological Laboratory, TNO, Rijswijk (Olanda) (1980-1981) conducendo studi di caratterizzazione del danno al DNA da agenti chimici.
Dal 1981 è stata ricercatrice presso l’Istituto Superiore di Sanità occupandosi di studi di mutagenesi ambientale.
Ha condotto attività di ricerca come visiting scientist nel Department of Applied and Biological Sciences, Massachusetts Institute of Technology, Cambridge (USA) (1985-1987) svolgendo attività di ricerca nel campo dei meccanismi di riparazione del DNA e mutagenesi molecolare.
Al ritorno in Italia le è stata affidata la guida di un gruppo di ricerca presso l’Istituto Superiore di Sanità, gruppo oggi riconosciuto a livello internazionale nel campo dei meccanismi di genotossicità e cancerogenesi.
Dal 2004 ha diretto il reparto di Epidemiologia Molecolare dell’Istituto Superiore di Sanità fino alla sua recente nomina a Direttore del Dipartimento di Ambiente e Salute (gennaio 2017).
E’ autrice di più di 130 pubblicazioni su riviste internazionali e libri nel campo della mutagenesi, riparazione del DNA e epidemiologia molecolare delle malattie di origine ambientale.
E’ stata Presidentessa della Società Italiana di Mutagenesi Ambientale (SIMA) (2004-2007) e della Società Europea di Mutagenesi Ambientale (EEMS) (2007-2009).
Nel 2015 ha ricevuto il Premio Frits Sobels, il più alto riconoscimento per studi nel campo della mutagenesi ambientale. E’ stata ed è attivamente coinvolta in attività consultiva a livello nazionale e internazionale nel settore della tossicologia genetica.
E’ stata membro del Panel on Contaminants in the Food chain presso la European Food Safety Authority (EFSA) dal 2006 al 2015.
E’ attualmente membro dello Scientific Council della International Agency for Research on Cancer (2016-2020).