Marzo 2018

Sviluppo neurologico e ambiente: all’ISS opportunità per due giovani ricercatori grazie al progetto UE “Marie- Curie”

L’Istituto Superiore di Sanità partecipa al progetto europeo Marie Skłodowska-Curie “Exploring the Neurological Exposome” ospitando due giovani stagisti stranieri. Sono 14 infatti le posizioni aperte in Europa, di queste due riguardano l’Istituto. Il progetto internazionale Marie-Curie, finanziato dal più ampio Programma di ricerca e innovazione di Horizon 2020 della Commissione europea, mira a esplorare le cause ambientali dei disturbi dello sviluppo neurologico e la loro complessa interazione con la predisposizione genetica e suscettibilità.

I progetti che si svolgeranno in ISS riguardano in particolare l’esplorazione delle cause ambientali dei disturbi dello sviluppo neurologico e l’identificazione dei livelli di esposizione interna ai metalli tossici attraverso il biomonitoraggio umano. In particolare, saranno coinvolti il Centro di riferimento scienze comportamentali e il Dipartimento Ambiente dell’ISS.

Il primo progetto (Position ESR 4Targeted in vitro and in vivo testing of neurodevelopmental disorders focusing on exposure to heavy metals) valuterà  modelli di tossicità in vivo e in vitro della co-esposizione ai metalli. Verranno eseguiti studi mirati in vivo su modello animale per individuare una serie di marcatori periferici accessibili di suscettibilità, vulnerabilità ed effetto,in grado di prevedere gli effetti nel cervello e il risultato neuropsicologico.

Il secondo progetto (Position ESR 3Human biomonitoring of toxic metals associated to neurodevelopmental disorders) esplorerà i livelli di esposizione ai metalli tossici. Gli studi hanno mostrato infatti associazioni tra esposizione a concentrazioni ambientali di singoli metalli tossici come piombo, mercurio, arsenico, cadmio e manganese e esiti dello sviluppo neurologico nei bambini. Saranno raccolti i dati relativi all’esposizione a metalli sin dalle primissime fasi di sviluppo, fornendo una panoramica dell’esposizione effettiva della popolazione a diversi metalli potenzialmente neurotossici.

La deadline per l’invio delle domande è fissata al 16 aprile

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito http://www.neurosome.eu